Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/04/20

Cementeria Consiglio Comunale 28.10 Elettrodotto si Elettrodotto no

ELETTRODOTTO SI ELETTRODOTTO NO

Uno degli argomenti incalzanti del Consiglio Comunale del 28 Ottobre 2004 è stato la delibera su l’ampliamento dell’Elettrodotto da 70 KV a 150 dello Stabilimento industriale ITALCEMENTI. Argo-mento scottante dato che nel pomeriggio del Consiglio si e avuto un continuo andirivieni di tutti i consiglieri al Municipio. Forse, perché si avevano aspettative diverse da quello che è successo in aula consiliare? In quanto quello che è successo in Consiglio Comunale non si vedeva da molto tempo, forse non era mai avvenuto. Ovvero, una delibera presentata dal Responsabile del III Settore Arch. Monica Giambruno, alle dirette dipendenze del Sindaco, è stato bocciato dalla Maggioranza. Cosa mai vista!!! Finalmente dei consiglieri che ragionano con la loro testa e non per i giochi di potere del Palazzo. Raccontiamo cosa è successo. Il Responsabile del Settore III del-l’U.T.C. sottopone al Consiglio Comunale per l’approvazione la proposta di deliberazione per la derivazione dello Stabilimento ITALCEMENTI Isola delle Fem-mine dell’esistente elettrodotto a 150 KV . La quale relaziona il progetto a seguito richiesta d’incremento di potenza formulata dalla ITALCE-MENTI per migliorare la produttività del proprio stabilimento, in considerazione che attualmente lo stesso è alimentato da un elettrodotto a 70 KV il cui percorso attraversa aree urbanizzate, mentre il nuovo progetto ricade in parte nella fascia entro i 300 m. dalla battigia e parte entro i 500 m., zona soggetta a vincolo sismico di 2^ categoria e a vincolo paesaggistico. L’architetto informa il Consiglio Comunale del parere favorevole degli Enti locali e del suo, a condizione che si fissino i limiti di esposizione e valori di attenzione a campi elettrici e magnetici alla frequenza di rete 50 Hz, in quanto se fossero superiore sarebbero dannosi per la salute della popolazione, connessi al funziona-mento e all’esercizio degli elet-trodotti come previsto dalle norme contenute nel D.P.C.M. 08/07/03. Al termine della affannosa relazione, il Capo Gruppo di Isola per Tutti Mar-
cello CUTINO, presentava un emendamento firmato da tutti i consiglieri dove si chiedeva di mantenere l’attuale potenza dell’e-lettrodotto a 70 Kv e, inoltre il tracciato di posa dell’attuale elettrodotto sia posto ad una distanza planimetrica non inferiore a 50 m. dagli insediamenti abitativi e produttivi della zona. Ovviamente, questo emendamento era tanto atteso dal Gruppo Consiliare INSIEME, perché dimostrava a tutta la cittadinanza quanto a cuore si avesse il benessere della cittadinanza isolana da parte di tutti i consiglieri presenti in aula. Un plauso va sicuramente alla Maggioranza che ha avuto il coraggio di presentare un emendamento contrario alle aspet-tative della giunta comunale, in considerazione che l’intenzione è di salvaguardare la salute dei cittadini e non solo ma salvaguardare la crescita economico-turistica di questo Paese, contenendo la crescita industriale dello stabilimento ITALCEMENTI. Speriamo che questa linea di condotta sia intrapresa ogni qual volta si affronterà qualsiasi proble-matica che riguardi il benessere della cittadinanza, e quindi che non si guardino gli interessi di pochi ma di tutti come del resto è il nome della lista civica Isola per Tutti.
La Redazione

Nessun commento: