Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/04/20

Consiglio Comunale 06.05 Approvazione Bilancio 2005 e pluriennale 5/7

Consiglio Comunale 06.05 Approvazione Bilancio 2005 e pluriennale 5/7


Il Presidente predispone l’apertura del dibattito sul punto all’ordine del giorno Approvazione Bilancio di Previsione per l’anno 2005 e Bilancio Pluriennale 2005/2007, passa la parola al Ragioniere per la relazione tecnica del Bilancio. Il consigliere Rubino presa e la parola invita il Presidente ad illustrare la Relazione Program-matica, in pratica l’aspetto poli-tico, allegata al Bilancio. Il Presi-dente visibilmente imbarazzato non sapendo cosa dire e cosa fare, forse non avendo nemmeno preso visione del documento passa la parola al Sindaco in quanto tito-lare della Relazione, cioè l’autore insieme ai componenti della Giun-ta della programmazione della crescita economica, sociale e cul-turale del nostro paese per i pros-simi tre anni. I consiglieri tutti sia di maggioranza sia di minoranza attendevano che il prof. Portobello illustrava al consiglio il suo pro-gramma politico, ma invece di una sua illustrazione energica e sicura quale un Professore abituato a re-lazionare verso glia altri, si è visto un Uomo sprofondare nella sua poltrona quasi a volersi nascon-dere senza aprire bocca. Il vice Sindaco consapevole del disagio generale ha preso la parola, con il volto raggiante, inizia a parlare di servizi generali, senza fare riferimento alla relazione in questione, ma quantomeno ha avuto la pron-tezza di intervenire ed evitare una situazione veramente imba-razzante. Cari lettori da quello che si è visto in aula consiliare sembrerebbe che il Sindaco, la Giunta, non conoscono i contenuti della Relazione Programmatica. Riteniamo che sia difficile avere fiducia ad un’Ammi-nistrazione così super-ficiale. E’ emerso dal bilan-cio che il nostro Comune ha problemi economici molto gravi, nel 2004 non si è rispettato il Patto di stabilità significa che l’Amministrazione ha sfo-rato di circa € 55.000, ne consegue che questo anno l’Amministrazione non può assumere personale, non accedere ai mutui, non può dare consulenze a professionisti esterni, le entrate sono aumentate non solo per gli aumenti delle tariffe sia per la raccolta dei rifiuti, suolo pubblico e tassa sulla pubblicità ma anche perché sono state previste quasi € 250.000 d’infrazione della strada, quindi cari lettori attenzione perché l’Am-ministrazione ha bisogno di soldi, è aumentato l’entrata del IPERF di circa € 30.000, l’entrata sulle con-cessioni edilizie addirittura di circa € 100.000 . E’ stato chiesto se alla basa delle previsioni d’entrata era-no rispettati i principi stabiliti della normativa. di veridicità ed atten-dibilità, non c’è stata risposta. Di contro all’aumento delle Entrate le Spese sono diminuite, dovremmo essere felici, ma non è così, perché è solo un “barbatrucco” inserito nella previsione di spesa per pa-reggiare il Bilancio. Portiamo un esempio il costo della Raccolta ri-fiuti nell’anno 2003 è di € 1.090484, nell’anno 2004 è di € 1.304.209, nell’anno 2005 e di € 969.049. Ma guarda un po’ i costi generali sono aumentati, anche il personale è aumentato, solo il to-tale del servizio è diminuito di circa € 300.000, considerando che la previsione del 2005 è corretta al-lora dovete spiegare alla cittadi-nanza il perché nell’anno 2003-2004 il costo ha avuto un’impenna ta di circa € 600.000 in più degli anni precedenti. Probabilmente per gli effetti dei continui incarichi dati alla ditta esterna dell’allora Asses-sore Portobello, affidamenti ingiu-stificati in quanto con l’assunzione di circa 40 unità lavorative non si comprende perché la raccolta dif-ferenziata doveva essere affidata alla ditta Zuccarello, e i dipendenti comunali essere tenuti a part-time con la beffa di qualche Assessore capace di pronunciare verso questi lavoratori “Stiamo facendo sacri-fici per colpa vostra. Vi abbiamo fatto un favore, Vi abbiamo assun-to e Vi lamentate pure”. Signori Amministratori non avete fatto fa-vori a nessuno, era doveroso sta-bilizzare questi lavoratori, perché per molti anni hanno garantito i Servizi ed in condizioni precarie senza che questi fossero dati in affidamento a ditte esterne. Inoltre, quali sacrifici state facendo se per-cepite per intero l’indennità di carica, solo dopo le pressioni dell’opposizione e le molte segna-lazioni che altri Amministratori si sono ridotte le indennità, avete de-ciso di ridurvi l’indennità nella mi-sura del 15% . L’Entrate di Bilan-cio 2005 sono aumentate di circa € 2.000.000 per effetto degli aumenti di tariffe e delle previsioni si po-teva ipotizzare che parte di queste entrate fossero impiegate per inve stimenti d’opera pubbliche mentre tutto questo per coprire le maggiori spese che quest’Amministrazione ha prodotto. Inoltre i 590.000 € previsti per gli investimenti saran-no utilizzati per manutenzioni ordi-narie e straordinari, quindi il mag-giore prelievo fiscale non sarà in-vestito per la crescita del nostro paese. Il Sindaco nella sua Relazio- ne Semestrale dichiarava un mag-giore impegno per l’attività produt-tive e lo sviluppo economico del nostro paese, dal bilancio si rileva che il maggiore impegno consiste nello stanziamento di € 1,50 e di € 0,50. Capite quanto un euro uno e cinquanta e di 50 centesimi.Il consigliere Bruno di INSIEME evidenzia che dai dati di Bilancio relativi al Servizio idrico l’Entrate sono di molta superiore al Costo del Servizio in considerazione di adottare il principio che l’entrate devono coprire una parte del costo del servizio chiede all’Esecutivo di ridurre la tariffa del costo dell’a-cqua. Il gruppo “Insieme” hanno presentato l’Emendamento per la costruzione del Centro Diurno e l’acquisto di un Carrello Elevatore per i servizi cimiteriali. Con rife-rimento a quanto affermato dal consigliere Cutino in data 25 no-vembre scorso, che s’impegnava personalmente ad inserire l’onere nel Bilancio di Previsione o con trarre apposito mutuo, si riteneva ovvio che l’emendamento fosse approvato, mentre al momento del-la votazione Lui e tutti i consiglieri del suo gruppo votano contrari all’emendamento, motivando che il mancato rispetto del patto di stabilità interno abbia impedito lo stanziamento dei fondi. Non si capisce il perché però, o si capisce bene quando il capogruppo Cutino vota favorevole per l’emendamento inerente allo stanziamento della somma da trasferire all’Unione dei Comuni. Forse perché è il Pre-sidente e percepisce una buona in-dennità di carica?. In definitiva il Collegio dei Revisori nella Relazione che hanno allegato al Bilancio hanno puntualizzato che non si possono contrarre mutui, che la spesa prevista in Bilancio doveva diminuire dell’8%, tutto questo non è stato rispettato, inoltre hanno affermato che non hanno preso visione dello Stato Patrimoniale dell’Ente cioè quello strumento che fa rilevare la ricchezza dell’Ente. Nonostante tutto, i consiglieri di maggioranza hanno approvato lo stesso lo schema di Bilancio Provvisorio. Quindi come afferma il Sindaco “i consiglieri non hanno nessuna responsabilità”.

Nessun commento: