Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/04/20

Consiglio Comunale 24.02.05 Relazione Semestrale

Consiglio Comunale 24.02.05 Relazione Semestrale

Durante la seduta mitica del Con-siglio del 24 febbraio 2005 in soli-tudine della maggioranza è stata letta la Relazione semestrale del Sindaco, documento che dovrebbe contenere le linee politiche-pro-grammatiche e tutto ciò che l’Am-ministrazione è riuscita a fare nei mesi precedenti. In considerazione che tale relazione è leggibile da ogni cittadino, noi non ci siamo soffermati alla sola lettura ma anche ad analizzarla, per far ciò ci siamo avvalsi della capacità di analisi del Consigliere Antonino Rubino. Il quale chiesto cosa ne pensava di tale documento, prima di iniziare ha fatto una profonda riflessione. Incomincia dicendo: “Mi ha colpito un passaggio della presentazione, quando il Sindaco afferma che i giovani del gruppo “Isola per Tutti” hanno deciso di impegnarsi nel progetto politico da lui prospettato e l’hanno abbrac-ciato con cieca, totale fiducia e con sommo spirito di servizio”. Ma dopo quello che abbiamo assistito nella seduta del 24/02/05, quando il Sindaco rivolgendosi al Presidente gli ordina “Non aprire niente vieniti a sedere”, lui esegue, il consigliere Cutino Marcello insie-me allo stesso Presidente sono costretti a mentire, allora non è spirito di servizio ma vero servi-lismo. Continua. Il primo punto della relazione prevede la parte-cipazione delle parti sociali alla vita amministrativa mediante la stesura del nuovo Statuto Comu-nale e il Sindaco afferma che l’o-biettivo è stato raggiunto. Cari lettori ricordiamo che il gruppo “INSIEME” ha presentato 32 emendamenti per modificare lo Statuto e adeguarlo alle esigenze odierne della nostra collettività, e dare in modo chiaro e trasparente un indirizzo turistico al nostro pae-se. Come ben sapete gli emen-damenti sono stati tutti respinti, modificando solo pochi articoli di cui il più importante, per esigenze di ripartizione di poltrone, il pas-saggio da 4 a 6 Assessori, con ulte-riore aggravio alle casse comunali, in considerazione che tutti pren-dono l’indennità intera. L’aumento di tale poltrone, giustificate a suo tempo per una maggiore presenza nel territorio, perché non è stato relazionato? Perché è stata omessa l’utilità di questo aumento di pol-trone? Forse, perché era importante solo il numero? Continua ancora. Il punto successivo è l’istituzione del “Consiglio Comunale dei ragazzi” e pertanto invitiamo l’Amministra-zione a realizzarlo. Ritengo caro Sindaco che la partecipazione delle parti sociali è ben altra cosa, la realtà odierna e tutto il contrario, la gente è stanca e si allontana dalla politica perché si accorge che la politica isolana è un continuo com-promesso e promesse non mante-nute. Punto successivo la “Valoriz-zazione dell’ambiente e del terri-torio e della gestione delle attività produttive”, cari lettori non entro nel merito di quello che è stato scritto, ma Vi invito a leggerla. Però colgo l’occasione per ricor-dare al Sindaco e a tutto il gruppo “Isola per Tutti” che il risanamento e la valorizzazione passa dalla decementificazione del litorale, ripristino centro storico, realizza-zione del lungomare, passeggiata di via A.Vespucci, realizzazione di aree a parcheggio. Questa legislatu-ra ha tutta la possibilità attraverso il Piano Regolatore Generale, “P.R.G.”, di rilanciare il nostro ter-ritorio, il dubbio è se i compromessi fatti in campagna elettorale per-metteranno a questa maggioranza di esprimere liberamente le proprie idee. Curare l’ambiente significa conservare le bellezze naturali del territorio e non trasformare quel po-co che è rimasto in grandi edifici abitativi per gli interessi di pochi. Altro punto: Sono d’accordo con il Sindaco che la pesca è il settore trainante della economia di questo comune, ed allora ritengo che bi-sogna dare delle risposte concrete al settore, ad iniziare dallo specchio d’acqua del porto ed al suo amplia-mento, in quanto i pescatori hanno bisogno di muoversi con libertà all’interno dell’area portuale e non essere vincolati con pedane, pontili e parcheggio auto. Il settore ha bisogno di essere rilanciato con il completamento del porto ed inve-stimenti sui servizi primari e se-condari creando la possibilità di inserimento dei nostri giovani, e non favorire qualche amico del passato e del presente. Tra l’altro è inammissibile che singoli del grup-po Isola per Tutti affermano che la marineria d’Isola è finita. Arrivia-mo al fiore all’occhiello del Sinda-co. Settore “Igiene ambiente-ecolo-gia” in considerazione che ha rico-perto la carica d’Assessore delega-to nella passata legislatura, con or-goglio afferma che ha superato le quote previste dalla legge con la raccolta differenziata. Ricordiamo che il capitolato d’appalto con la ditta Zuccarello prevede la raccolta differenziata in 1500 famiglie iso-lane, mediamente tutto il paese, ma è realmente così? O, forse ha fatto la moltiplicazione delle famiglie dei Vip? Perché sono sicuro che la raccolta differenziata è eseguita in poche famiglie. Come giustifica Sindaco l’aver trasformato l’area industriale ex Sicar in discarica per accumulo rifiuti che come in pas-sato può prendere fuoco? Spieghi com’è possibile scoprire una disca-rica a cielo aperto dentro il centro urbano, e quale è stato il suo im-pegno nello smaltimento di eternit in amianto, materiale molto can-cerogeno, e non solo ma tutto il materiale contenente amianto è stato censito nel territorio? Vedi copertura fabbricati ex Sicar, ex Liquigas, etc… Ritengo che la materia dell’igiene è molto vasta che non si può liquidare in due frasi, sicuramente dovrebbe argo-mentare la relazione sull’inquina-mento atmosferico, acustico, elet-tromagnetico, delle acque, e dire ai cittadini quali sono le sue ini-ziative per migliorare l’ambiente che ci circonda. Ma comprendo che non è materia per Lei, pro-babilmente è più semplice rinno-vare il contratto alla ditta Zuc-carello, però quanto meno cerchi di fare pulire le strade di Isola in maniera più consona pari alla cifra del costo sostenuto. Nei successivi due punti mi trovo d’accordo da quanto emerge nella Relazione. Ovvero trovo esatto, quando il Sindaco afferma che vuole mante-nere lo standard già assicurato in passato nei servizi socio assistenziale a favore delle famiglie meno abbienti, dalle persone svantag-giate, dei disabili, questo vuol dire che chi ha lavorato in passato nel settore ha fatto bene e per questo lo ringrazio e colgo l’occasione per confermare il sostegno economico nella promozione della attività sportiva, e sollecito il Sindaco e l’Assessore ai Lavori Pubblici di avviare tutta la procedura per com-pletare gli impianti sportivi consi-derato che finalmente è stato re-scisso il contratto di appalto. Per quanto riguarda il settore scolastico si è svolto un buon lavoro per gli edifici scolastici e l’organizzazione tutta, l’invito è di proseguire al rinnovo di tutti gli edifici e puntare sempre ad una maggiore qualità, non perdendo di vista il problema della dispersione scolastica che negli ultimi anni è un fenomeno in crescita. Però devo far rilevare un appunto al Sindaco in quanto nella Relazione non ho notato nessun riferimento alle Politiche Giovani-li, nessun riferimento ai giovani, quindi mi domando “Cos’è cam-biato da Maggio 2004? Quando dai balconi i vari oratori erano sensibili ai problemi dei giovani, erano vicino ai giovani, bisognava lavorare e programmare con i giovani? Forse non è cambiato nulla, erano solo comizi”. Ricordo a tutti gli amministratori che biso-gna stare in mezzo ai giovani, par-largli e capirli, accettare le loro cri-tiche, bisogna vedere il mondo con i loro occhi, vivere con loro per cercare di fare una politica per i giovani, non è promettendo posti di lavoro o creare illusioni che si aiu-tano i giovani. Concludendo, e co-me si suol dire facendo la somma, quest’Amministrazione non può e non deve ritenersi soddisfatta di quello che ha prodotto in questo lasso di tempo, dovrebbero riflet-tere e dare un indirizzo, tracciare in modo chiaro e trasparente i punti cardini che vogliono raggiungere. Un ultima riflessione, non per im-portanza, il Sindaco nella presen-tazione della Relazione Semestrale dice di radicale trasformazione del paese, profondo spirito d’equità ed imparzialità, rispetto dei diritti e crescita culturale e sociale, caro Professore la smetta di prendere in giro la gente, si faccia un giro per le strade del paese e parli con la gente, mai come in questo mo-mento si avverte ad Isola la man-canza di libertà d’espressione la paura di manifestare le proprie idee, la consapevolezza che biso-gna scendere a compromessi per ottenere un diritto.
La Redazione

Nessun commento: