Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/04/27

Determina giunta 194 30.12.05 Gestione risorse Approvazione del progetto esecutivo dei “Lavori di realizzazione impianti di riscald della scuola elem






Il responsabile del settore III, arch. Sandro D’Arpa, sottopone all’approvazione della Giunta Comunale la seguente proposta di deliberazione:
Approvazione del progetto esecutivo dei “Lavori di realizzazione impianti di riscaldamento della scuola elementare di Via Romeo di Isola delle Femmine” ed indizione pubblico incanto.

Importo complessivo: € 59.700,00
Progettista: ing. Pietro Riso

La Giunta comunale
Premesso che:
· Il plesso scolastico elementare di Via Romeo risulta attualmente sprovvisto di impianti di riscaldamento, e che pertanto, considerato l’approssimarsi della stagione invernale, si rende necessaria l’istallazione nei locali scolastici di adeguato impianto di riscaldamento, rispondente alle vigenti normative di sicurezza;
· Con Deliberazione della Giunta Municipale n. 169 del 14/11/2005 è stato conferito l'incarico per la progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, direzione dei lavori, assistenza e collaudo dei Lavori di realizzazione impianti di riscaldamento della scuola elementare di via Romeo di Isola delle Femmine, all'Ing. Pietro Riso;
Considerato che:
· L'ing. Pietro Riso, ha introitato in data 30/12/2005 al protocollo n. 14932, il progetto esecutivo dei “Lavori di realizzazione degli impianti di riscaldamento della scuola elementare di via Romeo di Isola delle Femmine", costituito dai seguenti elaborati:
1. Dati generali e climatici della località e caratteristiche termiche ed idrometriche dei componenti opachi dell' involucro;
2. calcolo del fabbisogno di potenza dell'edificio e dei singoli locali;
3. calcolo del fabbisogno di energia utile e primaria con verifiche di legge;
4. schema centrale termica;
5. planimetria di progetto piano terra;
6. planimetria di progetto piano primo;
7. planimetria posizionamento valvole chiusura;
8. planimetria posizionamento valvole bilanciamento;
9. particolari;
10. Voci elementari e Analisi dei prezzi;
11. elenco prezzi e computo metrico;
12. relazione tecnica;
13. capitolato d'appalto;
e con il seguente quadro economico:

· il progetto può essere finanziato utilizzando somme dell'Amministrazione, ed in particolare sono disponibili nel bilancio 2005 le seguenti somme nei capitoli riportati e con gli impegni già assunti giusta Determinazione di G.M. n. 169 del 14/11/2005:
IMP._459/2005
· Considerato che con la deliberazione di G.C. n. 169 del 14/11/2005 non è stata impegnata tutta la somma necessaria;
· Si da atto che la restante somma di €. 5.000,00 può essere impegnata nel Cap. 2486.02 " Spese di manutenzione scuola elementare - oneri di urbanizzazione" che oggi presenta la necessaria disponibilità;
· l'Ing. Pietro Riso, ha predisposto il bando di gara, prevedendo il pubblico incanto;

Visto:
· il parere tecnico del responsabile del settore tecnico, arch. Sandro D’Arpa ;

Considerati:
· la L.109/1994, come introdotta e modificata dalla L.R. 7/2002 e dalla L.R. 7/2003, il DPR 554/1999, il capitolato generale dei LL.PP.;

Delibera
· di impegnare la somma di €. 5.000,00 sul Cap. 2486.02 " Spese di manutenzione scuola elementare - oneri di urbanizzazione" che oggi presenta la necessaria disponibilità;
· di approvare il progetto esecutivo dei Lavori di “Realizzazione degli impianti di riscaldamento della scuola elementare di via Romeo di Isola delle Femmine", redatto dall'Ing. Pietro Riso, costituito dagli elaborati e con il quadro economico riportati in premessa, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente atto;
· di ricorrere al pubblico incanto;
· di approvare il bando allegato;

Pareri ed attestazioni resi ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del t.u. sull’ordinamento degli enti locali, approvato con D.lgs. 18/08/2000, n° 267, relativi alla proposta indicata in oggetto:
Si esprime parere favorevole sulla regolarità tecnica della superiore deliberazione
Il responsabile del settore III
arch. Sandro D’Arpa

Si esprime parere favorevole sulla regolarità contabile della superiore deliberazione
Il responsabile del settore finanziario
rag. Biagio Fontanetta


LA GIUNTA COMUNALE
Vista la superiore deliberazione, corredata dei pareri prescritti;
Ritenuta meritevole di approvazione;
Con voti unanimi, espressi per alzata di mano, accertati e proclamati dal Sindaco

DELIBERA
Di approvare la superiore proposta di deliberazione.
Ravvisata altresì la necessità di procedere all’indizione di pubblico incanto, con voti unanimi espressi per alzata di mano, la Giunta delibera la presente immediatamente esecutiva.
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Provincia di Palermo

Bando di Gara

Art. 1
Ente Appaltante
Amministrazione Comunale di Isola delle Femmine, Largo C. Colombo, 90040 Isola delle Femmine (PA) - Tel.: 091.86.17.216 – FAX: 091.861.72.02, E-Mail
llpp.isolafemmine1@virgilio.it, sito internet www.comune.isoladellefemmine.pa.it
Art. 2
Oggetto dell’Appalto
LAVORI DI REALIZZAZIONE IMPIANTI DI RISCALDAMENTODELLA SCUOLA ELEMENTARE DI VIA ROMEO NEL COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
Ai sensi dell’art. 30, comma 1 del D.P.R. 25 gennaio 2000, n.34, si specifica che:
– importo complessivo dell’opera: € 59.700
– importo a base d’asta soggetto a ribasso € 42.050,69
– somma per oneri di sicurezza non soggetta a ribasso € 2.345,58
– somme a disposizione dell'Amministrazione €. 15.303,73
– la categoria prevalente con il relativo importo, nonché la classifica di qualificazione che individua l’appalto è la categoria OG/11 classifica I;
lavorazioni di cui si compone l’intervento:
LAVORAZIONI
CATEGORIA
CLASSIFICA
IMPORTO
IMPIANTI TECNOLOGICI
(Qualificazione obbligatoria)
OG/11
I
€ . 42.050,69
la modalità di determinazione del corrispettivo è a misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 14 e 21, comma 1, della legge n. 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della L. R. n. 7/2002, 7/2003 e L.R. 16/05.
Art. 3
Termine di esecuzione
Il termine utile per dare ultimati i lavori è stabilito in 90 giorni naturali successivi e continuativi, decorrenti dalla data dell’ultimo verbale di consegna dei lavori, ai sensi dell’art. 4 dello schema di contratto.
Art. 4
Accesso alla documentazione di gara e Uffici responsabili
Il Capitolato Speciale d’Appalto ed i disegni, nonché il bando integrale di gara, sono visionabili presso l'U.T.C. – Servizio II LL.PP. - nei giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00. Gli interessati potranno richiedere copia del bando integrale di gara previa pagamento della somma di € 5,00 per diritti e spese di riproduzione mediante versamento sul c.c.p. n. 15876907 intestato alla Tesoreria Comunale. Si precisa che non si effettua invio della documentazione tramite il servizio postale né tramite Fax. Il bando è, altresì disponibile sul sito internet del Comune www.comune.isoladellefemmine.pa.it, nonché sul sito informatico dell’osservatorio regionale dei Lavori Pubblici www.osservatorio.lavoripubblici.sicilia.it.
Si informa che il Responsabile del Procedimento è l’Arch. Sandro D’Arpa, Responsabile del III Settore U.T.C.
Art. 5
Termine di presentazione e indirizzo di ricezione, modalità di presentazione e data apertura offerte
Il termine di ricezione del plico contenente la documentazione necessaria per l’ammissione alla gara e l’offerta, è fissato perentoriamente per le ore del giorno 2006.
Le offerte dovranno essere inviate a: “Amministrazione Comunale – Largo C. Colombo n. 3, 90040 Isola delle Femmine (PA)”.
Le offerte dovranno essere presentate in plico sigillato da recapitare a mano o a mezzo raccomandata del servizio postale anche non statale. Il recapito dei plichi rimane, in ogni caso, ad esclusivo rischio dei mittenti.
Le operazioni di gara avranno inizio il
Le sedute di gara possono essere sospese ed aggiornate ad altra ora o giorno.
Art. 6
Soggetti ammessi all’apertura delle offerte
Possono presenziare alla celebrazione della gara i legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo “Art. 12” ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti.
Art. 7
Finanziamento
la somma complessiva di € 59.700,00 necessaria per la realizzazione dell’intervento è finanziata con fondi del bilancio comunale.
Art. 8
Soggetti ammessi alla gara
Possono partecipare alla gara i soggetti di cui all’articolo 10, comma 1, della legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modificazioni, costituiti da imprese singole di cui alle lettere a), b) e c), o da imprese riunite o consorziate di cui alla lettera d) e) ed e)-bis, ai sensi degli articoli. 93, 94, 95, 96, e 97 del DPR n. 554/99, ovvero da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi dell’articolo 13, comma 5, della legge n. 109/94 e successive modificazioni, nonché concorrenti con sede in altri stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’articolo 3, comma 7, del DPR n. 34/2000.
Art. 9
Condizioni minime di carattere economico e tecnico necessarie per la partecipazione
I concorrenti devono possedere uno dei requisiti appresso indicati:
1) attestazione SOA di cui al DPR n. 34/2000, rilasciata da società regolarmente autorizzata, in corso di validità relativa alla categoria OG/11 e di qualsiasi importo;
o in alternativa:
2) per le imprese iscritte all’albo delle imprese artigiane, istituito presso la camera di commercio, l’iscrizione da almeno due anni al rispettivo albo camerale per categoria analoga o similare a quella richiesta al precedente articolo 2, lett. b) (OG/11);
3) per le imprese cooperative iscritte al registro prefettizio, sezione produzione e lavoro, l’iscrizione da almeno due anni al rispettivo registro prefettizio per categoria analoga o similare a quella richiesta al precedente articolo 2, lett. b) (OG/11);
4) per tutte le altre imprese non rientranti nelle fattispecie di cui ai precedenti numeri 1), 2) e 3), i requisiti previsti dall’articolo 28, comma 1, lettera a) del D.P.R. n. 34/2000, ridotti del 50% e riferiti a lavori di qualsiasi natura, sia pubblici sia privati, e in aggiunta l’iscrizione al registro delle imprese presso la C.C.I.A.A. per categoria analoga o similare a quella richiesta al precedente articolo 2, lett. b) (OG/11).
Art. 10
Termine di validità dell’offerta
Ciascun offerente avrà la facoltà di svincolarsi dalla sua offerta, mediante comunicazione con lettera raccomandata, una volta decorsi 45 giorni dalla data di presentazione.

Art. 11
Criterio di aggiudicazione
Massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara, al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza, di cui all’Art. 2 del presente bando. Il prezzo offerto deve essere determinato ai sensi dell’articolo 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni nel testo coordinato con le norme della L.R. n. 7/2002, L.R. 7/2003 e L.R. 16/05, mediante offerta espressa in cifra percentuale di ribasso, con 3 cifre decimali, sull’importo complessivo a base d’asta, applicabile uniformemente a tutto l’elenco prezzi posto a base di gara secondo le norme e con le modalità previste nel successivo Art. 12 del presente bando. Si precisa che non si terrà conto delle eventuali cifre decimali oltre la terza.
Art. 12
Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte
Le offerte dovranno pervenire nei modi e termini indicati al precedente Art. 5 del presente bando, in plichi idoneamente sigillati, controfirmati sui lembi di chiusura e devono recare all’esterno – oltre all’intestazione del o dei mittenti completi di indirizzo evidenziando l’impresa mandataria capogruppo in caso di imprese riunite – le indicazioni relative all’oggetto della gara, al giorno e all’ora di espletamento della medesima.
I plichi devono contenere al loro interno, a pena di esclusione, due buste a loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura rispettivamente “A –DOCUMENTAZIONE” e “B – OFFERTA ECONOMICA”.
Nella busta “A-Documentazione” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:
1) domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente. Nel caso di concorrente costituito in associazione temporanea o consorzio non ancora costituiti, la domanda dovrà essere firmata da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio. La domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso, va trasmessa la relativa procura. Alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un valido documento di identità del o dei sottoscrittori.
Nel caso di concorrente in possesso dell’attestato SOA:
2) attestazione (o copia fotostatica sottoscritta dal legale rappresentante ed accompagnata da un valido documento di identità dello stesso) della seguente documentazione comprovante il possesso dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara:
a) Attestazione di qualificazione rilasciata da una SOA autorizzata, per la categoria e importo dell’appalto, ovvero, in mancanza, le imprese dovranno possedere i requisiti previsti dall’art. 28 del D.P.R. n. 34/2000, ridotti del 50% a norma dell’art. 8 comma 11 quinquies, lett. “c)” legge n. 109/94, come sostituito dall’art. 6 della L. R. n. 7/2002, che potranno essere dimostrati mediante apposita autocertificazione definitiva in lingua italiana, da rendersi in carta semplice e secondo lo schema unico riportato al seguente punto “h” del presente “Art. 12”;
b) Nel caso di impresa iscritte all’Albo delle imprese artigiane istituito presso la competente C.C.I.A.A., da almeno due anni, per la prova del possesso dei requisiti di ordine speciale basta il relativo certificato di iscrizione camerale, sezione speciale Artigiani, di data non anteriore a mesi sei dalla data di celebrazione della gara, ovvero dichiarazione sostitutiva del medesimo resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
c) Nel caso di imprese cooperative iscritte al Registro Prefettizio, sezione Produzione e Lavoro, da almeno due anni, per la prova del possesso dei requisiti di ordine speciale, basta il relativo certificato di iscrizione, ovvero dichiarazione sostitutiva del medesimo resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000;
d) per tutte le altre imprese non rientranti nelle fattispecie di cui ai precedenti punti a), b) e c), una dichiarazione sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, con la quale si attesti il possesso dei requisiti previsti dall’articolo 28, comma 1, lettera a) del D.P.R. n. 34/2000, ridotti del 50% e riferiti a lavori di qualsiasi natura, sia pubblici sia privati, nonché l’iscrizione al registro delle imprese presso la alla C.C.I.A.A. per categoria analoga o similare a quella richiesta al precedente articolo 2, lett. b) (OG/11);
3) Certificazione rilasciata dall’INPS, dall’INAIL e dalla Cassa Edile attestante la regolarità contributiva (ai soli fini della partecipazione alla gara le certificazioni hanno validità per quattro mesi dalla data di rilascio);
4) dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR n. 445/2000, ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea secondo la legislazione dello stato di appartenenza e resa a pena di esclusione in un unico documento, con la quale il concorrente, o suo procuratore, assumendosene la piena responsabilità:
a) dichiari, indicandole specificatamente, di non trovarsi in alcuna delle condizioni previste dall’art. 75, comma 1, lettere a), b), c), d), e), f), g) ed h) del DPR n. 554/99 e successive modificazioni;
b) dichiari che nei propri confronti, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi gli effetti delle misure di prevenzione della sorveglianza di cui all’art. 3 delle legge 27 dicembre 1956, n. 1423, irrogate nei confronti di un proprio convivente;
c) dichiari che nei propri confronti non sono state emesse sentenze ancorché non definitive relative a reati che precludono la partecipazione alle gare di appalto di lavori pubblici;
d) indichi i nominativi, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di potere di rappresentanza e soci accomandatari;
e) dichiara di non trovarsi in una situazione di intreccio degli organi amministrativi o di rappresentanza o di tecnici, tale da far sì che la persona materialmente firmataria dell’offerta condivida, ancorché autonomamente, il detto potere con altro soggetto legittimato a presentare offerta per altra società;
f) dichiara di impegnarsi a denunciare alla Magistratura o agli Organi di Polizia ed in ogni caso alla amministrazione aggiudicatrice ogni illecita richiesta di danaro, prestazione o altra utilità ad essa formulata prima della gara o nel corso dei lavori, anche attraverso suoi agenti, rappresentanti o dipendenti e, comunque, ogni illecita interferenza nelle procedure di aggiudicazione o nella fase di esecuzione dei lavori;
g) dichiara che non subappalterà lavorazioni di alcun tipo ad altre imprese partecipanti alla gara – in forma singolo o associata – ed è consapevole che, in caso contrario, tali subappalti non saranno autorizzati;
h) indica per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione dei lavori non possono essere diversi da quelli indicati;
i) dichiara di accettare altresì, senza condizione o riserva alcuna, le valutazione della stazione appaltante ivi compreso l’annullamento della gara, nel caso si individui la presenza di cordate;
j) dichiara di impegnarsi a denunciare alla stazione appaltante ed alle forze dell’ordine qualsiasi tentativo di estorsione (pizzo, usura…) o di condizionamento per acquisto di materie prime o per noli di mezzi ed attrezzature, durante il corso dell’appalto e di accettare incondizionatamente la rescissione del contratto d’appalto nel caso in cui l’Amministrazione venisse a conoscenza di tali evenienze per qualunque altra via non riconducibile alla denuncia dell’impresa;
k) attesta di possedere, indicandoli, uno dei requisiti di cui al comma 11 quinquies dell'articolo 8 della legge n. 109 del 1994 nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;
l) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede) rispetto alle quali si trova, ai sensi dell’articolo 2359 del codice civile, in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato; tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;
m) attesta di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla sua esecuzione;
n) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di progetto;
o) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
p) attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonché degli obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere eseguiti i lavori;
q) attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata fatta salva l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge 109/94;
r) attesta di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente all’offerta presentata;
s) dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
t) attesta di avere accertato l’esistenza e la reperibilità sul mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
u) indica il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10, comma 1-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni;
v) dichiari (solo nel caso in cui il concorrente occupi non più di 15 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti qualora non abbia effettuato nuove assunzioni dopo il 18 gennaio 2000) la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;
w) indichi quali lavorazioni appartenenti alla categoria prevalente nonché appartenenti alle categorie diverse dalla prevalente, ancorché subappaltabili per legge, intende, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e successive modificazioni, eventualmente subappaltare o concedere a cottimo oppure deve subappaltare o concedere a cottimo per mancanza delle specifiche qualificazioni;
x) indichi (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni, nel testo coordinato con le norme della legge regionale 2 agosto 2002, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni) per quali consorziati concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione dei lavori non possono essere diversi da quelli indicati;
y) indichi (solo nel caso nel caso in cui il concorrente partecipi in associazione o consorzio o GEIE non ancora costituito), a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo;
z) assuma l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE;
5) mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE (da produrre solo nel caso in cui il concorrente partecipi in associazione già costituita);
6) dichiarazione del legale rappresentante di regolarità dell’impresa nei confronti della legge n. 68/99 (da produrre solo nel caso in cui il concorrente occupi più di 35 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti qualora abbia effettuato nuove assunzioni dopo il 18 gennaio 2000);
La dichiarazione di cui al superiore punto 4) deve essere sottoscritta dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, la medesima dichiarazione deve essere prodotta o sottoscritta da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.
Le dichiarazioni di cui al superiore punto 4), comma a) (limitatamente alle lettere b) e c) dell’articolo 75, comma 1, del DPR 554/1999 e successive modificazioni) e commi b) e c), devono essere rese anche dai soggetti previsti dall’articolo 75, comma 1, lettere b) e c) del DPR 554/99 e successive modificazioni.
Le documentazioni di cui ai superiori punti 5) e 6) devono essere uniche, indipendentemente dalla forma giuridica del concorrente.
In caso di associazione temporanea o consorzio o GEIE già costituito o da costituirsi, la certificazione deve riguardare ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE.
La domanda, le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai superiori punti 1, 2, 3, 4, 5 e 6, a pena di esclusione, devono contenere quanto previsto nei predetti punti.
Nella busta “B” deve essere contenuta, a pena di esclusione, l’indicazione del massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara, al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza, come specificato al superiore Art. 2 del presente bando. Se tale dichiarazione viene sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante, va trasmessa la relativa procura.
Art. 13
Procedura di aggiudicazione
La commissione di gara, il giorno fissato al superiore Art. 5 del presente bando per l’apertura delle offerte, in seduta pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;
b) verificare che non hanno presentato offerte concorrenti che, in base alla dichiarazione di cui al punto 4 dell’elenco dei documenti contenuti nella busta “A DOCUMENTAZIONE”, sono fra di loro in situazione di controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati – per conto dei quali i consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c), della legge 109/94 e successive modificazioni hanno indicato che concorrono – non abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma ed in caso positivo ad escludere il consorziato dalla gara;
d) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non risulti confermato il possesso dei requisiti generali.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede poi all’apertura della busta "B – offerta economica" ed alla lettura delle offerte e quindi, all’aggiudicazione, ai sensi dell’art. 21 comma 1-bis, della legge n. 109/94 e successive modifiche, nel testo coordinato con le norme della L.R. 7/02, L.R. 7/03 e L.R. 16/05.
In particolare, si aggiudicherà l'appalto all'offerta che più si avvicina per difetto alla media aritmetica delle offerte rimaste dopo l'esclusione automatica delle offerte di maggiore o minor ribasso, nella percentuale determinata come segue. Per la determinazione di tale percentuale, la commissione aggiudicatrice, dopo la fase di ammissione delle offerte, in pubblica seduta, sorteggia un numero intero da 11 a 40. Il numero sorteggiato costituisce la percentuale delle offerte di minor ribasso da escludere; la differenza tra 50 e il numero sorteggiato costituisce la percentuale delle offerte di maggior ribasso da escludere. I numeri delle offerte da escludere corrispondenti a tali percentuali sono determinati senza tener conto di eventuali cifre decimali. La procedura di esclusione automatica non è esercitabile qualora il numero di offerte valide risulti inferiore a cinque. Ove si sia in presenza di più aggiudicatari con offerte uguali, si procede immediatamente al sorteggio.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante la restituzione della documentazione presentata al fine della partecipazione alla gara.
La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia ove richiesto.
Art. 14
Esclusione dalla gara
a) Non sono ammessi a partecipare alla gara, i soggetti privi dei requisiti generali di cui all’articolo 75, comma 1 e 2 del DPR n. 554/99 così come modificato dalla L. 3 del 16 gennaio 2003 e successive modificazioni e di cui alla legge n. 68/99.
b) Sono escluse dalla gara, senza che sia necessaria l’apertura del plico di invio, le offerte:
1) Pervenute dopo il termine perentorio specificato alla lett. “a)” del superiore “Art. 5”, indipendentemente dalla data del timbro postale di spedizione, restando il recapito a rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, l’offerta non giunga a destinazione in tempo utile;
2) Mancanti o carenti di sigilli e/o di sigle sui lembi di chiusura, rispetto a quanto prescritto dal presente bando;
3) Il cui plico di invio non rechi all’esterno l’indicazione dell’oggetto dell’appalto e/o la denominazione dell’impresa o delle imprese concorrenti.
4) Che rechino strappi o altri segni evidenti di manomissione che ne possano pregiudicare la segretezza.
c) Sono escluse dalla gara dopo l’apertura del plico di invio, le offerte:
1) al cui interno la documentazione e l’offerta non siano comprese all’interno di ulteriori due plichi recanti all’esterno, rispettivamente, le seguenti diciture: “A-DOCUMENTAZIONE” e “B-OFFERTA ECONOMICA”;
2) i cui plichi interni denominati “A-DOCUMENTAZIONE” e “B-OFFERTA ECONOMICA” siano mancanti o carenti di sigilli e/o di sigle sui lembi di chiusura, rispetto a quanto prescritto dal presente bando;
3) i cui plichi interni denominati “A-DOCUMENTAZIONE” e “B-OFFERTA ECONOMICA” rechino strappi o altri segni evidenti di manomissione che ne possano pregiudicare la segretezza.
d) Sono escluse dalla gara dopo l’apertura del plico interno denominato “A-DOCUMENTAZIONE”, le offerte:
1) carenti di una o più di una delle dichiarazioni richieste, ovvero con tali indicazioni errate, insufficienti, non pertinenti, non veritiere o comunque non idonee all’accertamento dell’esistenza dei requisiti per cui sono prodotte; questo quando anche una o più d’una delle certificazioni o dichiarazioni mancanti siano rinvenute nella busta “B-OFFERTA ECONOMICA”, successivamente aperta per qualunque motivo;
2) con uno dei documenti presentati in luogo di una o più dichiarazioni, scaduti o non pertinenti;
3) le cui dichiarazioni, anche se sostitutive di certificazione, sono rese per conto di altri soggetti obbligati, quando è invece prevista la sottoscrizione personale di ciascun singolo soggetto obbligato;
4) mancanti dell’attestazione di copia conforme, ovvero recanti copia di originali senza la copia del documento di identità allegata o copie di originali scaduti nel caso di documenti presentati in copia conforme in luogo dell’originale;
5) i cui concorrenti non abbiano indicato tra i lavori da subappaltare, quali appartenenti a categorie generali o specializzate, diverse da quella prevalente, individuate come “qualificazione obbligatoria” nel presente bando e per i quali lo stesso concorrente non sia in possesso dei necessari requisiti;
6) presentate da associazione temporanea di imprese non accompagnate dal mandato collettivo o dalla dichiarazione di impegno di cui al presente bando;
e) Sono escluse dalla gara dopo l’apertura del plico interno denominato “B-OFFERTA ECONOMICA” le offerte:
1) Mancanti della firma del titolare o dell’amministratore munito del potere di rappresentanza;
2) Il cui importo complessivo risultante dall’offerta sia pari o superiore all’importo dei lavori posto a base d’asta;
3) che rechino segni abrasioni, cancellature o altre manomissioni.
4) che contengano, oltre al ribasso offerto e agli importi risultanti da questo, condizioni, precondizioni o richieste a cui l’offerta risulti subordinata;
5) che non siano firmate dai rappresentanti di tutte le imprese associate, nel caso di associazione temporanea di imprese non ancora costituite.
f) Sono comunque escluse a prescindere dalle specifiche previsioni che precedono, le offerte:
1) In violazione delle disposizioni sulle associazioni temporanee o consorzi di concorrenti;
2) Che si trovino in una delle situazioni che costituiscono causa di esclusione che, ancorché dichiarate inesistenti dal concorrente, siano accertate in qualunque modo dalla stazione appaltante ai sensi delle vigenti disposizioni;
3) In contrasto con clausole essenziali del presente bando, con prescrizioni legislative e regolamentari.
Avvertenze
A.- Tutte le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata.
B.- I concorrenti possono essere costituiti in forma di associazione mista.
C.- nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma 1 lettere d), e) ed e-bis), della legge n. 109/94 e successive modificazioni, i requisiti di cui all’Art. 11 del presente bando, devono essere posseduti nella misura di cui all’articolo 95, comma 2 del DPR n. 554/99 nel caso di associazioni di tipo orizzontale e nella misura di cui all’articolo 95, comma 3 del medesimo DPR, nel caso di associazioni di tipo verticale.
D.- I corrispettivi saranno pagati con le modalità previste dall’art. 3 dello schema di contratto.
E.- La contabilità dei lavori sarà effettuata ai sensi del titolo XI del DPR n.554/99, sulla base dei prezzi unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) verrà detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato, per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza, non sia assoggettato a ribasso, con la seguente formula: SAL*(1-IS)*R (dove SAL è l’importo dello stato di avanzamento, IS è l’importo degli oneri per la sicurezza/l’importo complessivo dei lavori ed R il ribasso offerto). Le rate di acconto saranno pagate con le modalità previste dall’art. 7 dello schema di contratto.
F.- Gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle vigenti leggi.
G.- La stazione appaltante si riserva la facoltà di applicare le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter della legge n. 109/94 e successive modificazioni.
H.- Ove le operazioni di gara non si esauriscono nell’arco di una seduta, i plichi – posti in contenitori sigillati a cura della commissione di gara – saranno custoditi con forme idonee ad assicurare la genuinità a cura di un soggetto espressamente individuato prima di concludere la prima seduta.
I.- Si procederà all'aggiudicazione dell'appalto anche nel caso in cui sia pervenuta o sia rimasta in gara una sola offerta.
J.- Nel caso di offerte uguali si procederà per sorteggio.
K.- L’offerta è valida 180 giorni dalla data di presentazione delle offerte.
L.- I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere alla stazione appaltante la restituzione della documentazione presentata al fine della partecipazione alla gara.
M.- Sono a carico dell’aggiudicatario tutte le spese inerenti alla stipula del contratto con tutti gli oneri fiscali relativi.
N.- La stipulazione del contratto è, comunque, subordinata al positivo esito delle procedure dalla normativa vigente in materia di lotta alla mafia.
O.- Le prescrizioni contenute nel presente bando sostituiscono o modificano eventuali diverse prescrizioni contenute nel capitolato Speciale d’Appalto.
P.- Tutte le controversie derivanti dal contratto sono deferite alla competenza arbitrale ai sensi dell’articolo 32 della legge n. 109/94 e successive modificazioni.
Q.- I dati raccolti saranno trattati ai sensi dell’articolo 10 della legge n. 675/96 esclusivamente nell’ambito della presente gara.
Il presente bando sarà pubblicato nei modi previsti dall’art. 29 della legge n.109/94, come sostituito dall’art. 23 della L. R. n. 7/2002 e dall’art. 1 commi 10 della L. R. 16/2005.
IL RESPONSABILE DEL III SETTORE



Nessun commento: