Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/04/20

Le bugie hanno le gambe corte


Le bugie hanno le gambe corte

Sfogliando il quotidiano “La Sicilia” del 14 aprile ’05 abbiamo letto il confronto “A viso aperto con il Sindaco” fra i ragazzi della Scuola Media F. Riso di Isola delle Femmine e lo stesso Sindaco Ga-spare Portobello. Leggendo tra le righe le domande fatte dagli alunni notiamo con nostra grande soddi-sfazione che sono intelligenti e mature rispecchiando diversi aspetti della nostra cittadina. Ma quelle che non sono sembrate tali sono state le risposte del Sindaco, ci sembrano molto modeste sia nel linguaggio che nel contenuto, ma soprattutto alcune affermazione a noi non risultano proprie veritiere. Ed essendo un professore il nostro Sindaco dovrebbe conoscere il detto “le bugie hanno le gambe corti” citato nel romanzo di Pinoc-chio di Collodi. A cosa ci riferia-mo? I ragazzi hanno posto una semplice domanda “Nei comizi, Lei ha parlato di progetti per noi ragazzi, ma non vediamo i risul-tati, perché? Ci sono stati proble-mi?”Lei ha risposto “No, non è vero che non abbiamo fatto niente per voi, abbiamo istituito la Biblioteca Comunale, si sta crean-do un centro di incontro per i ragazzi e restaureremo il campo sportivo”. Caro Sindaco le ricor-diamo che la Biblioteca Comunale è stata istituita fra il 1999 e il 2003 dall’Assessore Antonino Rubino e solo per il suo impegno e piglio si è potuto salvare buona parte della donazione della famiglia Fortini, al contrario di Lei, che quando era Assessore delegato alla cultura tra il ’95-99 ha contribuito a far rovi-nare tale donazione facendo con-servare i libri negli scantinati della scuola elementare F. Riso. Non solo ma Lei sa benissimo che la Biblioteca di Via Palermo è stata ubicata provvisoriamente nella sala consiliare Padre Bagliesi, in quanto era previsto nell’immediato futuro la nuova sede della Biblioteca sita in Piazza Umberto I. Invitiamo i ragazzi che hanno condotto l’intervista di farsi rilasciare dal Sindaco la delibera di Giunta Comunale n. 131 del 03.09.2002 con la quale l’Amministrazione ha dato incari-co, all’arch. Fabio Giangreco, per la realizzazione del progetto di massima delle opere relativa alla costruzione della Biblioteca Comu-nale con acquisizione di alcuni immobili in Piazza Umberto I. Dal 2002 fino al 2004 la pratica è stata istruita. Il Direttore Generale della Cassa Depositi e Prestiti con deter-mina n. 4420104/00 del 18 febbraio ‘03 ha concesso al Comune di Isola delle Femmine l’anticipazione di € 20.000 per far fronte alla proget-tazione definitiva dell’opera. La somma è stata introitata nel Bilan-cio Comunale al cap. 3278, quindi disponibile. Però, come si apprende dalla determina n.18 del 08 marzo ‘05, pochi giorni prima dell’inter-vista, l’Amministrazione rappre-sentata dal Sindaco, si evince che non è più interessata alla realiz-zazione dell’opera relativa alla costruzione della Biblioteca Comu-nale in Piazza Umberto I, eliminando l’opera dal vigente Program-ma Triennale dalle opere pub-bliche. E non solo, ma dovrebbe comunicare ai ragazzi e alla cit-tadinanza che l’Amministrazione ha dovuto pagare al progettista circa € 5.000,00 per un progetto che non verrà mai realizzato. La Biblioteca in piazza poteva diven-tare un punto d’incontro, di crescita culturale e di rilancio della nostra collettività e sicuramente avrebbe contribuito a migliorare l’aspetto deteriorato della piazza. Ricordi Prof. Portobello che nell’anno 2002 anche Lei aveva votato per la realizzazione dell’opera e tutti i componenti del gruppo Isola per Tutti erano d’accordo, oggi do-vrebbe spiegare a tutti perché l’opera non verrà più realizzata. Forse, perché ancora dobbiamo pagare qualche compromesso elet-torale a discapito di tutta la col-lettività? Si ricordi i principi fonda-mentali del suo gruppo nella sua costituzione “Privilegiare gli inte-ressi della Collettività , quando sisi parla di coerenza” non può e non deve barattare opere che pos-sono rilanciare il nostro paese e soprattutto non può e non dovrebbe dire falsità ai giovani. Il gruppo di opposizione ha presentato una In-terrogazione al Sindaco per capire e comprendere quali siano i motivi della rinuncia di tale opera e il perché del pagamento della parcella al progettista che sembra avere ri-nunciato all’incarico. Cari giovani, noi della Redazione invitiamo que-sta Amministrazione, che sta lavo-rando per la programmazione del Bilancio di Previsione anno 2005 di stanziare nel capitolo di riferimento una adeguata somma per l’acquisto di nuovi libri e di dare alla Biblio-teca esistente la possibilità di una continua crescita. Continuando a leggere l’articolo su “La Sicilia” il Sindaco afferma che si sta creando un centro d’incontro per i ragazzi, supponiamo che si riferisca al Cen-tro Diurno che dovrebbe essere rea-lizzato in Via Mattarella accanto l’Ospedaletto, a tal proposito ricor-diamo a questa Amministrazione se ha la reale convinzione di realizzare questo progetto di inserire nel Bi-lancio di Previsione la somma dei € 200.000 a completamento del finan-ziamento di 900 milioni già esi-stente, dichiarato ancora in vita, per iniziare l’opera in considerazione che tutto l’iter burocratico è stato completato e si è in possesso di tutti i pareri. Facendo in questo modo Signor Sindaco ha l’opportunità di dare una risposta concreta e fattiva ai ragazzi e a tutta la cittadinanza, dando cosi un’impronta alla sua Amministrazione. Continuando a leggere l’articolo notiamo che il Sindaco dichiara che ha deciso di candidarsi perchè sente di dare qualcosa alla comunità di Isola del-le Femmine, Noi riteniamo che se si riferisce all’impegno profuso da Assessore all’Igiene ed Ambiente il quale ha aumentato la Tassa smal-timento rifiuti solidi urbani e come Sindaco l’ha già raddoppiata, le chiediamo di risparmiarci cortese-mente del suo contributo. Grazie.
La Redazione

Nessun commento: