Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2006/06/11

LA RINASCITA: I PESCATORI LA STORIA DI ISOLA DELLE FEMMINE




Questo Spazio lo vogliamo dedicare ai pescatori isolani, una realtà lavorativa in via di trasformazione e che forse merita una attenzione maggiore da parte delle istituzioni preposte, ed in primo luogo da parte delle istituzioni locali e dell’intera cittadinanza. Penso sia impossibile parlare di Isola delle Femmine senza parlare dei suoi pescatori. Per Noi di Isola delle Femmine, i pescatori rappresentano la nostra storia, la nostra tradizione e i valori sulla quale si sono formate intere generazioni. Quindi come dicevamo è nostra ferma intenzione dar voce a una parte importante della nostra realtà: I PESCATORI.

SOMMARIO

1) LA PETIZIONE DELLA MARINERIA DI ISOLA
2) MOZIONE GRUPPO INSIEME
3) DECRETO 27 ottobre 2003. DECRETO ASSESSORIALE ASSESSORATO DEL
TERRITORIO E DELL’AMBIENTE


1) LA PETIZIONE DELLA MARINERIA DI ISOLA

SIAMO A SEICENTO FIRME AVANTI COSI’

Al Sig. Sindaco di Isola delle Femmine
E p.c. all’Ass.to Territorio e Ambiente Palermo
Alla Capitaneria di Porto Palermo
All’Assessorato Industria della Regione Sicilia

Oggetto: Petizione dei pescatori di Isola delle Femmine

Apprendiamo da fonti giornalistiche che il T.A.R. Sicilia ha accolto il ricorso del Sig D’Angelo Giovanni relativo all’installazione di un distributore di carburante su un tratto di banchina prospiciente lo specchio d’acqua che da sempre viene utilizzato per il ricovero delle nostre moto barche da pesca.
Tale banchina è per posizione logistica, l’unica idonea allo sbarco del pesce fresco locale, oltre ad esserel’unico punto di sbarco del pesce, autorizzato dall’azienda USL n 6 di Palermo, in tutta la provincia.
E’ evidente pertanto, che la collocazione di detta struttura sulla banchina sarebbe causa di notevoli disagi per la nostra marineria, poiché considerata la mancanza di posti barca all’interno del porto, non avremmo altro luogo ove spostare le nostre imbarcazioni, ed, inoltre, sarebbe assolutamente impraticabile l’idea di dover sbarcare il pescato in un altro luogo.
Alla luce di quanto sopra si invitano gli Enti in indirizzo a voler adottare i provvedimenti di loro competenza e rivedere le proprie decisioni al fine di proteggere la marineria di Isola delle Femmine.
Isola delle Femmine 01.06.2006 La marineria

2)MOZIONE GRUPPO INSIEME

IN data 6.6.2006 prot 7665 il gruppo consiliare INSIEME presenta un’interrogazione:
Oggetto Interrogazione in merito al Mercato Ittico isolano.
Al Presidente del Consiglio Comunale di Isola
Al Sindaco Gaspare Portobello
Al Segretario del Comune di Isola
E per conoscenza
USL 6 di Palermo Carini
Ufficio Locale Marittimo Isola
Cooperativa Pescatori di Isola
Cooperativa Siculpesca Isola
Cooperativa santa Rosa Isola
I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo INSIEME Isola delle Femmine a norma di quanto previsto all’art 25 del vigente Statuto Comunale e dagli art 7,9 del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale:
Premesso che in data 7.12.05 presso gli Uffici dell’USL di Carini si sono riuniti le seguenti persone:
Il Sindaco G. Portobello, l’Assessore G. Lo Piccolo in rappresentanza del Comune di Isola dell Femmine;
l’Assessore G. Ad ragna in rappresentanza del comune di Terrasini;
Gli ufficiali, c 1cl A. Buggera e il Mar Np S. Tallito, in rappresentanza dell’ufficio locale marittimo;
diottor Di Iorio medico provinciale per l’USL di competenza;
Signor G. Scarpa, Salvatore e Benedetto Nuvoloso rappresentanti di categoria della cooperativa pescatori di isola, il Signor Salvatore Lucido rappresentante della cooperativa Siculpesca, il Signor Antonio Puccio per la cooperativa Santa Rosa e rappresentanti dei grandi armatori e delle cooperative di Terrasini.
Visto che l’incontro delle parti sopra citate era per discutere e risolvere la questione dei mercati ittici d’Isola delle femmine e Terrasini in merito a problemi di tipo funzionale, igienico e strutturali.
Visto che il Sindaco Portobello, durante il confronto del 7.12.05, si è impegnato in prima persona per risolvere le questioni emerse e sollevate subito dopo le feste ormai iminenti.
Visto che ad oggi, a distanza di sei mesi, nulla è stato risolto e che la situazione peggiora di giorno in giorno e l’unico intervento fatto è un carrello con tettoia, costruito e donato dall’Italcementi, e che è stato depositato presso i locali della pescheria senza essere utilizzato.
Visto che all’interno del mercato ittico la vendita del pesce non è controllata, nella provenienza e nella qualità, ponendo in grave crisi la categoria dei pescatori isolani senza che l’Amministrazione locale intervenga.
INTERROGA LA S.V.
Se ricorda l’impegno preso davanti a tanti……………..e se ha intenzione di mantenere gli impegni presi?
Quando si potranno vedere fatti ed azioni………..alla questione?
Nel Suo programma è previsto di risolvere i ………del mercato ittico?
E’ Sua intenzione fare rispettare le norme che vedono la vendita del pesce solo ai pescatori con possesso di licenza?
E’ Sua intenzione difendere la qualità e la freschezza del pesce locale?
E’ Sua intenzione combattere l’abusivismo all’interno dell’area portuale?
Distinti Saluti I Consiglieri Bruno, Aiello, Stefanini, Pagano, Gradino e Rubino.

3) DECRETO 27 ottobre 2003. DECRETO ASSESSORIALE ASSESSORATO DEL TERRITORIO E DELL’AMBIENTE

http://gurs.pa.cnr.it/gurs/Gazzette/g03-53/g03-53-p21.htm

Autorizzazione del progetto relativo al potenziamento delle opere marittime per la messa in sicurezza del porto di Isola delle Femmine.
IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE URBANISTICA
Visto lo Statuto della Regione;Vista la legge 17 agosto 1942, n. 1150 e successive modifiche ed integrazioni;Vista la legge regionale 27 dicembre 1978, n. 71 e successive modifiche ed integrazioni;Viste le altri leggi nazionali e regionali regolanti la materia urbanistica ed, in particolare, l'art 7 della legge regionale 11 aprile 1981, n. 65, come modificato dall'art. 6 della legge regionale 30 aprile 1991, n. 15;Visto l'art. 10 della legge regionale 10 aprile 1995, n. 40;Visto l'art. 5 della legge regionale n. 21 del 2 settembre 1998 con il quale, ai fini del conseguimento delle condizioni di sicurezza, è consentito, con le procedure cui all'art. 7 della legge regionale n. 65/81 e successive modifiche, potere autorizzare, anche in assenza di piano regolatore dei porti, i progetti riguardanti la realizzazione di opere marittime portuali volte al completamento di strutture esistenti alla data di entrata in vigore della stessa legge anche in assenza di interesse statale o regionale;Visto il piano regolatore generale del comune di Isola delle Femmine, approvato con decreto n. 83/77;Visto il foglio prot. n. 1371 del 4 febbraio 2002, assunto al protocollo di questo Assessorato al n. 7045 dell'8 febbraio 2002, con il quale il comune di Isola delle Femmine, ai sensi dell'art. 5 della legge regionale n. 21/98, ha trasmesso, unitamente agli atti relativi, il progetto di potenziamento delle opere marittime esistenti per la messa in sicurezza del porto riguardante i lavori di potenziamento del tratto esistente della diga foranea - prolungamento della testata dalla progr. 92,00 m. alla progr. 380,00 m. - riqualifica della mantellata della nuova diga di sottoflusso;Vista la nota di questo Assessorato, prot. n. 39492 del 25 giugno 2002, con la quale è stato richiesto al comune di Isola delle Femmine, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65/81 così come modificato dall'art. 6 della legge regionale n. 15/91, ldel consiglio comunale sul progetto in argomento previsto;Visto il foglio prot. n. 10969 del 31 luglio 2003, assunto al protocollo di questo Assessorato al n. 45126 del 31 luglio 2003, con il quale il comune di Isola delle Femmine ha trasmesso quanto richiesto con la nota sopra citata;Vista la delibera n. 42 del 26 luglio 2002, con la quale il consiglio comunale di Isola delle Femmine, ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65/81 così come modificato dall'art. 6 della legge regionale n. 15/91, ha espresso parere favorevole alla realizzazione del progetto in argomento;Vista la nota prot. n. 5996/demanio del 21 febbraio 2001 con la quale la Capitaneria di porto di Palermo, ai fini dell'applicazione dell'art. 5 comma 2 della legge regionale n. 21/98, ha attestato la sussistenza delle condizioni di rischio per la sicurezza della navigazione e dell'approdo dei natanti nell'ambito della struttura portuale del comune di Isola delle Femmine;Visto il parere prot. n. 15662 del 7 agosto 2002 espresso, ai sensi dell'art. 13 della legge n. 64/74, dall'ufficio del Genio civile di Palermo in merito al progetto di completamento delle opere marittime esistenti per la messa in sicurezza del porto del comune di Isola delle Femmine;Rilevato che con la nota prot. n. 26300 del 9 maggio 2002 il serv. 7 - ufficio VIA di questo Assessorato ha evidenziato al comune la necessità di acquisire sul progetto in argomento il visto di compatibilità ambientale da parte del competente Ministero dell'ambiente, ai sensi del D.P.C.M. n. 377/88;Visto il parere n. 44 del 22 settembre 2003 reso, ai sensi dell'art. 10 della legge regionale n. 40 del 10 aprile 1995, dal servizio III/D.R.U. di questo Assessorato, che di seguito parzialmente si trascrive:"...Omissis...Rilevato che,- Nel 1992 l'amministrazione comunale di Isola delle Femmine, al fine di dotare il porto delle infrastrutture necessarie allo svolgimento dell'attività peschereccia e contestualmente di soddisfare la richiesta di posti barca e di attrezzature per il turismo nautico, è addivenuta alla determinazione di redigere il piano regolatore del porto;- Atteso il protrarsi dell'iter del piano regolatore del porto, l'amministrazione comunale, nella determinazione di porre rimedio alle difficoltà degli operatori del porto, ha ritenuto di risolvere le problematiche relative al porto redigendo il progetto preliminare di completamento delle opere marittime esistenti per la messa in sicurezza del porto, riguardante i lavori di riqualifica e potenziamento del tratto della diga foranea esistente e il prolungamento della stessa, e riqualifica della mantellata della diga di sottoflusso.Con il progetto in esame si intende raggiungere i seguenti obiettivi:1) permettere la formazione di uno specchio d'acqua protetto;2) aumentare il numero di ormeggi con lo sviluppo delle opere di accosto e garantire l'operatività di quelli esistenti;3) garantire dal punto di vista paesaggistico ambientale il paraggio interessato;4) tenere conto dello sviluppo naturale dell'attività peschereccia e diportistica in funzione delle esigenze socio-economiche attuali e future.Per il raggiungimento dei predetti obiettivi il progetto prevede:1) la riqualifica e il potenziamento della diga foranea esistente dalla progr. 0,00 alla progr. 92,00 m.;2) il prolungamento della diga foranea dalla progr. 92,00 m. alla progr. 135,20;3) il prolungamento della diga foranea dalla progr. 135,20 m. alla progr. 364,00;4) la testata della diga foranea dalla progr. 364,00 m. alla progr. 368,00;5) la riqualifica del molo di sottoflusso;6) le opere di arredo urbano e gli impianti tecnologici necessari per lo sviluppo delle attività marinare;Considerato che:- Le opere in progetto possono ritenersi prettamente funzionali alla messa in sicurezza del porto di Isola delle Femmine in quanto le stesse risultano finalizzate a rendere operativo il porto che attualmente risulta riparato soltanto dalla diga foranea con uno sviluppo totale di circa 92,00 m. e pertanto inagibile nel periodo invernale, in occasione di mareggiate provenienti dal settore compreso tra Maestrale, Tramontana e Grecale;- Le opere di arredo urbano previste in progetto consistono essenzialmente nelle opere di finitura delle banchine e degli attracchi;- Gli enti competenti hanno rilasciato parere;- Il comune di Isola, con nota prot. n. 8887 del 25 luglio 2002 ha trasmesso il progetto alla Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali e la stessa ad oggi non si è espressa; pertanto, essendo trascorsi i termini previsti dall'art. 9 della legge regionale n. 40/95, il parere si intende reso favorevolmente;- Questo Assessorato può autorizzare con le procedure di cui all'art. 7 della legge regionale n. 65/81, la realizzazione di opere marittime portuali nei termini di cui all'art. 5 della legge regionale n. 21/98;- La struttura portuale non garantisce uno specchio d'acqua adeguato e sufficientemente protetto in presenza di mareggiate;- Qualora il progetto, al fine della valutazione dell'impatto ambientale, dovesse subire modifiche sostanziali, dovrà essere nuovamente sottoposto all'esame di questo ufficio.Per quanto sopra premesso, visto, rilevato e considerato, questo servizio III deI dipartimento regionale dell'urbanistica è del parere che sotto il profilo urbanistico, il progetto relativo al potenziamento delle opere marittime esistenti per la messa in sicurezza del porto riguardante i lavori di potenziamento del tratto esistente della diga foranea, il prolungamento della testata dalla progr. 92,00 m. alla progr. 380,00 m., la riqualifica della mantellata della nuova diga di sottoflusso, le opere di arredo urbano e gli impianti tecnologici, possa essere autorizzato ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65/81 e dell'art. 5 della legge regionale n. 21/85, nei termini specificati nei superiori considerata.";Ritenuto di potere condividere il parere n. 44 del 22 settembre 2003 reso dal servizio III/D.R.U. di questo Assessorato;Rilevato che la procedura seguita è conforme alla normativa vigente;
Decreta:

Art. 1
Per quanto previsto dall'art. 5 legge regionale n. 21/98 ed ai sensi dell'art. 7 della legge regionale n. 65 dell'11 aprile 1981, così come modificato dall'art. 6 della legge regionale n. 15 del 30 aprile 1991, in conformità al parere n. 44 del 22 settembre 2003 reso dal servizio 3/D.R.U di questo Assessorato, nonché alle prescrizioni contenute nelle note degli uffici in premessa richiamati, è autorizzato, in variante allo strumento urbanistico vigente del comune di Isola delle Femmine, il progetto relativo al potenziamento delle opere marittime esistenti per la messa in sicurezza del porto riguardante i lavori di potenziamento del tratto esistente della diga foranea, il prolungamento della testata dalla progr. 92,00 m. alla progr. 380,00 m., la riqualifica della mantellata della nuova diga di sottoflusso, le opere di arredo urbano e gli impianti tecnologici.
Art. 2
Fanno parte integrante del presente decreto e ne costituiscono allegati i seguenti atti ed elaborati, che vengono timbrati e vistati da questo Assessorato:1) parere n. 44 del 22 settembre 2003 reso dal servizio III/D.R.U.;2) delibera di consiglio comunale n. 42 del 26 luglio 2002;
elaborati di progetto………….
Art. 3
Il comune di Isola delle Femmine dovrà acquisire, prima dell'inizio dei lavori, ogni ulteriore autorizzazione e/o nulla-osta necessari per l'esecuzione delle opere di che trattasi ed, in particolare, quanto relativo alla valutazione di impatto ambientale.
Art. 4
Il comune di Isola delle Femmine è onerato degli adempimenti conseguenziali al presente decreto che, con esclusione degli atti ed elaborati, sarà pubblicato per esteso nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana.Palermo, 27 ottobre 2003.
(2003.45.2701)

Per approfondimenti clicca

http://rinascita-di-isola.blogspot.com/

http://pinociampolillo.blogspot.com/

http://ciampolillo-pinoisoladellefemmine.blogspot.com/
http://isolapulita.blogspot.com/
http://la-rinascita-a-isola-delle-femmine.blogspot.com/
http://forum.webagora.it/la_nuova_ecologia/read.php?f=5&i=540&t=540
http://forum.webagora.it/la_nuova_ecologia/read.php?f=5&i=25&t=25
http://www.step1magazine.it/v2_forum.php?action=read_topic&id=7648
http://www.beppegrillo.it/cgi-bin/service.cgi?entry_id=700;parent_id=658406
http://www.aprileonline.info/articolo.asp?ID=10557&numero=

Nessun commento: