Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2016/03/26

SERVIZIO 2 2016 23 MARZO CON NOTA 19458 RIFIUTA LA NOSTRA RICHIESTA ACCESSO ATTI 1522 14 GENNAIO 2016

SERVIZIO 2 2016 23 MARZO CON NOTA 19458 RIFIUTA LA NOSTRA RICHIESTA ACCESSO ATTI 1522 14 GENNAIO 2016
ITALCEMENTI 2007 17 APRIILE Sentenza 1156TAR Pa 1667 2006 19 Aprile 2007 proced 9916 2011 ALLEGATO 13 Ciampolillo 28 12 11 NO petcoke 27 8 2004 RICHIESTA AIA DELLA ITALCEMENTI
ITALCEMENTI 2006 25 LUGLIO REGIONE 3 SERVIZIO procedim 9916 2011 ALLEGATO 5 28 12 11 PROT 48283 ITALCEMENTI DIFFIDATA DA USO COMBUSTIBILE PETCOKE
MEMORIA 2013 Udienza 10 GENNAIO ANZA PROCEDIMENTO 9916 2011 CONF SERVIZI petcoke Interlandi E SUA PRESENZA 17 OTTOBRE 2007
COMPARSA DI COSTITUZIONE E DI RISPOSTA PROCEDIMENTO 9916 2011 28 DICEMBRE 2011 UDIENZA
SERVIZIO 3 2007 AGOSTO NOTA 58171 TOLOMEO SCRIVE RICHIEST PARERE LEGALE PROCEDURA AIA ITALCEMENTI prot ASSESSORATO 14891 218.07.11
ELENCO DOCUMENTI DI ANZA 'ALLEGATI PROCEDIMENTO 9916 2011
SERVIZIO 3 2007 11 OTTOBRE PROT 73956 ANZA 'CONVOCA CONFERENZA SERVIZI 17 ottobre 2007 INTERVIENE LA Interlandi SI RIPETE IL 4 LUGLIO 2007
SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE TOLOMEO INIZIO PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI CONFERENZA SERVIZI 31 GENNAIO 2007 Convocato IL SERVIZIO 3 ANZA 'E ISOLA PULITA
SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE convocazione 31 GENNAIO CONFERENZA SERVIZI PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI
ISOLA PULITA 2007 18 GENNAIO PROT ARTA 3654 SI Chiede PARTECIPAZIONE PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI INIZIO 31 GRENN 2007 Istanza ITALCEMENTI 2 11 06 PROT ARTA 75686
SERVIZIO 2 VIA VAS 2007 9 FEBBRAIO PROT 10741 RICHIESTA Autorizzazione ITALCEMENTI 2 11 2006 PROT ARTA 75686 SIC ZPS IBA 155 VALUTAZIONE INCIDENZA
Interlandi 2013 23 MAGGIO 9916 PROCEDIMENTO 2011 CONFERMA SUA PRESENZA CONFERENZA 17 OTTOBRE 2007

SERVIZIO 2 VIA 2007 29 GENNAIO 7202 PROT CANNOVA ISOLA PULITA CONFERENZA SERVIZI PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI 31 GENNAIO 2007 
ITALCEMENTI 2007 7 LUGLIO Giornale di Sicilia tenutasi CONFERENZA Concessione petcoke CRONACA DI UNA CONFERENZA FARSA
ITALCEMENTI 2007 16 APRILE RACC AR DCTI SEGO d GAR 13 RICHIESTA petcoke RELAZIONE TECNICA
AIA 2007 21 NOVEMBRE 2 CONFERENZA SERVIZI ITALCEMENTI ANZA '3 srvizio NON CONOSCE PROGETTO Richiede DOCUMENTI IL 4 LUGLIO 2007 LA CONFERENZA FARS
COMUNE ISOLA 2007 11 LUGLIO 8032 PROT ribadisce all'irregolarità PROCEDURA Seguita DAL SERVIZIO 3 IL 4 LUGLIO CON AIA IN ITINERE
SERVIZIO 3 2007 4 LUGLIO VERBALE CONFERENZA SERVIZI SU Istanza ITALCEMENTI EMISSIONI IN ATMOSFERA DUBBIO SU PROCEDURA Seguita DAL SERVIZIO
SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE TOLOMEO INIZIO PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI  CONFERENZA SERVIZI 31 GENNAIO 2007  CONVOCATO IL SERVIZIO 3 ANZA'
17 OTTOBRE 2007, 4 APRILE 2007, 4 LUGLIO 2007, AIA, ANZA', CANNOVA, ciampolillo, CPTA, CTU, D LGS 152 2006, INTERLANDI, ITALCEMENTI, La vita in diretta, PROCED 9916 2011, RIESAME, RINNOVO, Sansone, TOLOMEO, ZUCCARELLO
SERVIZIO 3 2007 15 GIUGNOPROT 45549 convocazione CONF SERVIZI GIORNO 04 LUGLIO 2007 ITALCEMENTI COMUNE CPTA
SERVIZIO 3 2007 11 OTTOBRE PROT 73956 ANZA 'CONVOCA CONFERENZA SERVIZI 17 ottobre 2007 INTERVIENE LA Interlandi SI RIPETE IL 4 LUGLIO 2007 17 OTTOBRE 2007, 4 APRILE 2007, 4 LUGLIO 2007, AIA, ANZA', CANNOVA, ciampolillo, CPTA, CTU, D LGS 152 2006, INTERLANDI, ITALCEMENTI, La vita in diretta, PROCED 9916 2011, RIESAME, RINNOVO, Sansone, TOLOMEO, ZUCCARELLO
SERVIZIO 2 2016 23 MARZO  CON NOTA 19458 RIFIUTA LA NOSTRA RICHIESTA ACCESSO ATTI 1522 14 GENNAIO 2016

2016/03/24

Isola Pulita: SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE TOLOMEO INIZIO PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI CONFERENZA SERVIZI 31 GENNAIO 2007 Convocato IL SERVIZIO 3 ANZA

SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE TOLOMEO INIZIO PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI  CONFERENZA SERVIZI 31 GENNAIO 2007  CONVOCATO IL SERVIZIO 3 ANZA'

SERVIZIO 2 VIA 2006 18 DICEMBRE TOLOMEO INIZIO PROCEDIMENTO AIA ITALCEMENTI CONFERENZA SERVIZI 31 GENNAIO...





17 OTTOBRE 2007, 4 APRILE 2007, 4 LUGLIO 2007, AIA, ANZA', CANNOVA, ciampolillo, CPTA, CTU, D LGS 152 2006, INTERLANDI, ITALCEMENTI, La vita in diretta, PROCED 9916 2011, RIESAME, RINNOVO, Sansone, TOLOMEO, ZUCCARELLO

Isola Pulita: DIRETTE RADIO RAI

2016/03/22

MAIORANA CALLIOPE VARIANTE SEQUESTRO ABITABILITA' - Video Dailymotion

Giallo Maiorana, svolta nelle indagini: indagati i 2 soci

Accusati di omicidio dalla procura Dario Lopez e Francesco Paolo Alamia, soci dei Maiorana del cantiere di Capaci dal quale scomparvero il 3 agosto del 2007
Giallo Maiorana, svolta nelle indagini:  indagati i 2 soci
ANTONIO MAIORANA 
È la svolta che si attendeva da tempo. La scomparsa degli imprenditori Antonio e Stefano Maiorana è un caso di omicidio. È con quest'accusa che la procura ha indagato Dario Lopez e Francesco Paolo Alamia, soci dei Maiorana del cantiere di Capaci dal quale scomparvero il 3 agosto del 2007. Una svolta sulla quale trapela molto poco. Di certo c'è che carabinieri e magistrati hanno le idee abbastanza chiare.







A portarli sulla strada giusta sarebbe stata un'intuizione felice che avrebbe aperto le porte del movente. L'omicidio sarebbe maturato nell'ambito di contrasti per grossi affari legati ai cantieri edili. Si tratta di contrasti per grosse somme e nei quali si sarebbero inserite anche questioni private. Una storia molto cruda sulla quale è importante lasciare spazio al silenzio, per adesso, per non compromettere le indagini. Gli accertamenti del Ris su una suola di gomma e un sacco, ritrovati a Villagrazia di Carini a gennaio, sono state rinviate a giugno per motivi d'indagine.




L'inchiesta, coordinata dal procuratore Francesco Lo Voi e dai pm Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia, sarebbe molto complessa e non è escluso nemmeno che ci sia anche la mano della mafia dietro al delitto. Alamia, socio in affari di Maiorana dagli anni Ottanta, è stato anche assessore comunale a Palermo e avrebbe avuto rapporti d'affari con l'ex sindaco mafioso Vito Ciancimino. Indagato per concorso in associazione mafiosa insieme a Dell'Utri e Berlusconi, la sua posizione venne archiviata nel 1997. Dario Lopez, invece, sarebbe stato uomo di mediazione, colui che garantiva la tranquillità del cantiere.

Giacomo Frazzitta, l'avvocato che difende l'ex moglie di Maiorana, Rossella Accardo, aveva offerto spunti investigativi sui soci delle due vittime: messaggi e contatti telefonici sospetti. Gli approfondimenti poi si erano inabissati e l'indagine era stata archiviata. Della pista che portava al cantiere nel 2008 parlò anche il pentito Gaspare Pulizzi, ex braccio destro del boss Salvatore Lo Piccolo: «Lo Piccolo mi aveva detto che la scomparsa dei Maiorana è stata determinata da contrasti interni al cantiere».

Nel  gennaio del 2009, poi, si suicida il fratello di Stefano, Marco. Si ricostruì che il ragazzo non aveva retto al dolore, adesso sembra chiaro che era depositario dei segreti del padre e del fratello. D'altronde in una copia di un Topolino era stata trovata anche questa frase: «Con Karina (la donna del padre, ndr) abbiamo distrutto la memoria del pc…Sapevo che quella mattina mio fratello andava a discutere qualcosa di grave e non sono riuscito a trattenerlo».


 

Pulizzi, ritenuto uno dei collaboratori più stretti di Lo Piccolo, in pratica ha ricostruito le strategie del boss, le alleanze e gli obiettivi 
Il pentito rivela anche i retroscena della sparizione dell'imprenditore edile Antonio Maiorana e del figlio Stefano, spariti il 3 agosto scorso. Dietro la scomparsa non ci sarebbe la mano della mafia, ma dei contrasti sorti nell'ambito lavorativo. Pulizzi racconta che "Lo Piccolo aveva detto che la scomparsa dei Maiorana è stata determinata da contrasti interni al cantiere". 

L'imprenditore e il figlio stavano realizzando alcune palazzine a Isola delle Femmine, nel Palermitano, e il 3 agosto si erano allontanati dal cantiere. 
continua su.... 

Comitato Cittadino Isola Pulita 

01/02/2008 
http://www.lasiciliaweb.com/index.php?id=1305 

http://la-rinascita-a-isola-delle-femmine.blogspot.com/2008/01/calliope-italcementi-prefabbricati-nord.html#links 






















rinascita-di-isola: ISOLA DELLE FEMMINE SCONFITTA L'ARROGANZA RICATTATORIA DELLA ITALCEMENTI

rinascita-di-isola: ISOLA DELLE FEMMINE SCONFITTA L'ARROGANZA RICATTATORIA DELLA ITALCEMENTI









L’assessorato Territorio Ambiente Servizio 2/V.A.S./V.I.A. con nota prot 10741 del 9.2.07, comunica alla Italcementi S.p.a. di Isola delle Femmine:


……Con nota assunta al prot A.R.T.A. n 75686 del 2.11.2006, la ditta Italcementi S.p.a., nell’ambito della richiesta di Autorizzazione Integrata Ambientale presentata il 28 agosto 2004, ha trasmesso a questo Servizio la documentazione relativa alla verifica di assoggettabilità del progetto in oggetto alle procedure di valutazione di impatto ambientale.
Dall’analisi della documentazione è emerso che l’impianto, realizzato negli anni 60, non è stato mai sottoposto a procedura di valutazione di impatto ambientale. Inoltre, considerato che il progetto di ammodernamento della cementeria consiste di modifiche che sono da ritenersi sostanziali, si ritiene che le stesse necessitino di uno Studio di Impatto Ambientale da sottoporre a procedura di Impatto Ambientale di cui all’art 5 del D.P.R. 12.4.96……..

2016/03/19

INTERROGAZIONE DEL GRUPPO CONSILIARE DEL PDR DI ISOLA DELLE FEMMINE




Al
Sindaco
Stefano Bologna
Al
Presidente del Consiglio
Dott. Pietro Rappa
e p.c. Al
Al Direttore Generale del Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti
Ing. Domenico Armenio


Oggetto: Interrogazione sulle percentuali di raccolta differenziata di cui all’ordinanza sindacale n. 60 del 11/06/2015 – Proroga dell’affidamento ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006 della raccolta differenziata nel territorio comunale.
           
           
            I sottoscritti Consiglieri Comunali del Comune di Isola delle Femmine,

premesso che:
»   con ordinanza sindacale n. 68 del 03/12/2014 ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006 si è proceduto all’affidamento in via sostitutiva del servizio di raccolta dei rifiuti alla ditta Agesp S.p.A. per il periodo dal 05/12/2014 al 18/01/2015;
»   con ordinanza sindacale n. 10 del 17/01/2015, il servizio è stato prorogato di ulteriori 45 giorni fino al 04/03/2015 ed è stato ordinato all’Ufficio Tecnico Comunale (UTC) di avviare la raccolta differenziata;
»   con ordinanza sindacale n. 20 del 27/02/2015, il servizio è stato ulteriormente prorogato fino al 04/09/2015;
»   con ordinanza n. 60 del 11/06/2015 il Sindaco, ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006, ha ulteriormente derogato alle vigenti norme in materia di gestione dei rifiuti che attribuiscono la competenza della gestione dell’intero ciclo dei rr.ss.uu. alle Autorità d’Ambito sovra comunali, istituite con legge regionale, nonché alle previsioni del D.Lgs. n. 163/2006, prorogando l’affidamento straordinario del servizio di raccolta dei rifiuti con efficacia fino alla individuazione del nuovo soggetto gestore del servizio a seguito dell’espletamento della gara.



Considerato che:
»   l’ordinanza in oggetto elenca fra le motivazioni della deroga alle vigenti norme il mantenimento della raccolta differenziata dei rr.ss.uu. quale procedura efficiente e sostenibile per la riduzione dell’impatto ambientale;
»   l’allegato 2, dell’ordinanza in oggetto, è stato redatto dall’UTC e riporta le percentuali di raccolta differenziata nei mesi di marzo, aprile e maggio 2015 rispettivamente attestate al 13%, 18% e 40%, con media trimestrale pari al 24%;
»   che dette percentuali sembrerebbero essere ottenuto dalla seguente formula di calcolo:


                                      RD  
% di Raccolta Differenziata = ---------------------------------   x 100   
                                   RI
RD = quantità rifiuti differenziati

RI = quantità rifiuti indifferenziati



Preso atto che:
» con nota n. 7560/S5 del 19/02/2016, il Servizio V – Osservatorio sui rifiuti – Ispettorato del Dip.to regionale dell’acqua e dei rifiuti, ha risposto ad una nostra richiesta di chiarimenti inoltrata in data 01/07/2015 e che il Sindaco è fra i destinatari di detta nota;
» nella suddetta nota si precisa che la Regione Siciliana fa riferimento, per il calcolo in oggetto, a quanto previsto dalla circolare congiunta dell’Ass.to regionale dell’energia e dei servizi di pubblica utilità e dell’Ass.to regionale dell’economia n. 49794 del 17/12/2010.
» dalla predetta circolare si evince che la formula per il calcolo della percentuale della raccolta differenziata è la seguente:

                                             RD       
% di Raccolta Differenziata = ---------------------------------   x 100   
                                     (RI + RD)
RD = quantità rifiuti differenziati
RI = quantità rifiuti indifferenziati

Considerato che:
»   Applicando la suddetta formula prevista dalle norme si ottengono i seguenti risultati:



MARZO [Kg]
APRILE [Kg]
MAGGIO [Kg]
Totali [Kg]
RIF. BIODEGRADABILI DI CUCINE E MENSE
11.180
17.460
18.860
47.500
RIF. DIFFERENZIATI VARIE TIPOLOGIE
17.650
26.940
81.790
126.380
Totale
28.830
44.400
100.650
173.880





RIF. URBANI NON DIFFERENZIATI
225.360
248.505
253.731
727.596
RIF. TOTALI (RI+RD)
254.190
292.905
354.381
901.476
% differenziata ricalcolata
11,34
15,16
28,40
19,29
»   che detti risultati si presentano molto inferiori rispetto a quelli dichiarati nell’ordinanza n. n. 60 del 11/06/2015 con la quale il Sindaco, ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. 152/2006 ha derogato alle vigenti norme in materia di gestione dei rifiuti che attribuiscono la competenza della gestione dell’intero ciclo dei rr.ss.uu. alle Autorità d’Ambito sovra comunali, istituite con legge regionale, nonché alle previsioni del D.Lgs. n. 163/2006;
»   che la conclamata soglia del 40% sembrerebbe non essere mai stata raggiunta nei fatti stante il massimo valore raggiunto sarebbe 28,4%, un valore ben 12 punti percentuali al di sotto rispetto a quello documentato;
»   che la media trimestrale non raggiungerebbe nemmeno il 20% anziché il 24% così come attestato;
»   i dati sulla percentuale della raccolta differenziata, oltre ad essere stati allegati all’ordinanza sindacale n. 60 del 11/06/2015 e pubblicati nel sito internet istituzionale del Comune di Isola delle Femmine, sono stati ampiamente diffusi attraverso gli organi di informazione locali (TG3 e ), nazionali (SKY) e organi di stampa;
»   considerando che la percentuale di raccolta differenziata influisce nella determinazione del costo variabile del servizio di raccolta rifiuti e quindi direttamente nella TARI, un valore erroneamente calcolato per eccesso potrebbe creare nei cittadini legittime aspettative di riduzione della tariffa non sostenibili in termini di bilancio;
»   la richiesta di chiarimenti assume, in questi giorni, una connotazione ancora più rilevante se contestualizzata alla recentissima introduzione, nella legge finanziaria regionale, di una maggiorazione del tributo regionale per il conferimento in discarica per i comuni che non raggiungeranno la soglia del 65% di raccolta differenziata;

con l’intento di fare chiarezza sulle reali percentuali di raccolta differenziata raggiunte a partire dal mese di marzo 2015 fino a gennaio 2016 e sulla legittimità dell’ordinanza in oggetto,




INTERROGANO
            Il Sindaco e/o Assessore competente per conoscere

»  in maniera analitica, distinte per mese, a partire dal mese di marzo 2015 fino a gennaio 2016, le percentuali di raccolta differenziata raggiunte dall’Ente.

A norma di regolamento si chiede la risposta scritta e orale.

I Consiglieri Comunali





Distinti saluti
Isola delle Femmine,  15  marzo 2016




INTERROGAZIONE  DEL GRUPPO CONSILIARE DEL PDR  DI ISOLA DELLE FEMMINE




AGESPI, ARMENIO, ARO, ART 191 D LGS 152 2006, BOLOGNA, Caltanisetta, D'Angelo, MINAFRA, nevoloso, ORD SIND 10 17 01 15, ORD SIND 20 27 02 15, ORD SIND 60 11 06  15, ORD SIND 68 3 12 14, RACCOLTA DIFFERENZIATA, 

AGESPI, ARMENIO, ARO, ART 191 D LGS 152 2006, BOLOGNA, Caltanisetta, D'Angelo, MINAFRA, nevoloso, ORD SIND 10 17 01 15, ORD SIND 20 27 02 15, ORD SIND 60 11 06 15, ORD SIND 68 3 12 14, RACCOLTA DIFFERENZIATA INTERROGAZIONE DEL GRUPPO CONSILIARE DEL PDR DI ISOLA DELLE FEMMINE