Bertolt Brecht : “Chi non conosce
la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un
delinquente”




Non mi piace

pensare che esiste l’ingiustizia della legge, non mi piace perché è dura da
digerire, mi rendo conto che spesso e volentieri si perde traccia degli eventi
perché non sono più sensazionali e solo grazie alla diretta conoscenza delle
persone coinvolte verrai a sapere che quella storia non è finita così. Ma…………..




“ Non c’è niente di più profondo di ciò
che appare in superficie “






Pino Ciampolillo


2017/06/03

Bologna e Ciampolillo sull'intimidazione ad Ambrogio Conigliaro

UNA SITUAZIONE ORMAI INSOSTENIBILE

Minacce e insulti  71enne difensore dei sani principi 

Sarebbe vittima di un astio riconducibile alle sue battaglie 

L'uomo è noto per le sue iniziative a tutela dell'ambiente, della salute pubblica e contro la mafiaLe sue molteplici denunce su presunte illegalità l'hanno  portato ai ferri corti con il primo cittadino

MI PROVOCANO PER FARMI ANDARE VIA

Isola delle Femmine (Palermo)

Minacce, insulti e sputi in faccia per il noto ambientalista Pino Ciampolillo? A raccontarla così sembrerebbe uno dei tanti casi d'intimidazione cui Ciampolillo, 71 anni, foggiano di candela, sposato con due figli, trapiantato in Sicilia negli Anni 80 dopo una parentesi piemontese, è tristemente abituato per via delle sue iniziative, sul territorio e via web, a tutela dell'ambiente, della salute pubblica e antimafia. da alcuni mesi a questa parte, però, la situazione si sarebbe fatta insostenibile e , a dire dell'ex dipendente di una compagnia assicurativa poi vootato ai diritti degli abitanti del comune marinaro, talmente pesante da pensare seriamente a un eventuale trasferimento. Ma veniamo ai fatti.

"Tempo fa (14 febbraio c.a.) mi sono recato in Comune per un saluto a mia moglie", racconta Ciampolillo. "Nell'uscire dalla sua stanza incrocio il sindaco Stefano Bologna che mi comincia a urlare contro: "questo pezzo di...cosa ci fa qui? Disinfettate subito questi uffici, sei un fango, ma perchè non se ne va a Foggia 'sto fango?". E così via per cinque minuti, al punto che tutti gli impiegati uscivano dagli uffici per vedere che cosa stesse accadendo. Naturalmente, da parte mia non vi è stata alcuna reazione. Nell'urlare non si rivolge direttamente a me, ma aveva lo sguardo stralunato.... Stessa cosa per strada e altrove".

GRAVI INTIMIDAZIONI  
Per Ciampolillo tutta questa sorta di astio sarebbe ricondicibile alle sue battagllie ecologiste  e alle molteplici denunce su presunte illegalità in zona che hanno portato ai ferri corti il primo cittadino e il responsabile del blog "Isola Pulita" facente capo all'omonimo comitato. Ma ci sarebbe molto di più.
"Come quella volta che mi trovavo al cimitero (14 marzo c.a.)..." aggiunge l'ecologista. " Mentre parlavo con il custode è arrivato un assessore del medesimo comune che ha iniziato a insultarmi: "sei una cosa inutile! prova a scrivere qualcosa su questo ti faccio vedere chi sono io...Tu stai rompendo i c....... devi farti i fatti tuoi.. Non devi disturbare i dipendenti che interrompono il lavoro perché tu rompi il c....,e adesso cerca di andartene e non venire più qui..." Questo mentre i famigliari dei defunti accorrevano costernati e mi chiedevano perché quell'uomo si rivolgesse a me in quei termini. Solo sgomento da parte mia. Sono tutte intimidazioni!".
Stessa cosa sarebbe avvenuta il 18 febbraio scorso con un ex assessore i cui problemi giudiziari sono noti a tutti e non sarebbero di poco conto.
"con un braccio sul finestrino si è avvicinato a me con fare minaccioso per gridarmi in piena faccia: "sei un pezzo di m....!", continua Ciampolillo. "Probabilmente avere riferito sul blog della sua impossibilità a candidarsi alle elezioni, considerati i suoi precedenti penali, lo avrà mandato su tutte le furie. ma perché minacciarmi? Che cosa vogliono da me?".


SCONTROSO EMARGINATO


AFFERMA DI AVERE SUBITO ATTACCHI VERBALI IN PUBBLICO DAL PRIMO CITTADINO E DA UN ASSESSORE E UN EX ASSESSORE COMUNALE- IL SINDACO SMENTISCE E LO ACCUSA DI ESSERE UN MISANTROPO FRUSTRATO

Pino Ciampolillo ha riferito ai carabinieri dell sue vicissitudini, ma il primo cittadino di Isola delle Femmine è di tutt'altro avviso e smentisce l'ambientalista su tutta la linea.
"E' un personaggio strano, che rappresenta solo se stesso e accampa prerogative che non ha", ha detto il sindaco Stefano Bologna. "Non partecipa ad alcuna manifestazione ambientalista, nonostante ce ne siano state decine. Siamo un comune virtuoso, con una raccolta differenziata completa e certificata. da un mese abbiamo messo su un "project-financing" per l'illuminazione pubblica tramite lampade a led e posto in essere altri servizi per la collettività,. Io stesso a suo tempo, ebbi ad accettare la mobilità della moglie, onde permettergli il trasferimento da Torino a Isola delle Femmine. Il comitato è solo lui, lui che parla male del nostro comune che con grande sacrificio abbiamo rimesso in piedi, con iniziative che tutti ci riconoscono. Lui non può scrivere ciò che vuole sul web e averci come bersaglio delle sue frustrazioni. Lui ce l'ha contro l'umanità". 
Nella speranza che si tratti solo di scaramucce tra parti avverse, anche se un pò forti a dire il vero, ci si augura che il clima di tensione venga smorzato al più presto senza ulteriori conseguenze .



https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1831228133862177&id=100009250249217&pnref=story 

Nessun commento: